top of page
  • Sara Ottavia Carolei

Pane verdino, pane rosino




Ultimamente sto sperimentando i miei coloranti naturali fatti in casa. A breve arriverà l’essiccatore così mi divertirò ancora di più a creare polverine magiche cromatiche, senza dover ricorrere agli intrugli sintetici che non fanno per me. Ieri ho provato a fare delle pagnotte tenui, alcune verdine e altre rosine. Sapete che è successo? Mi sono dimenticata di mettere il sale e me ne sono accorta quando ormai era tardi per rimediare! Così ho detto: “va bene, inforniamole e scopriamo se funzionano anche senza sale.” E sì, anime belle, funzionano benissimo! Anzi, sono neutre e quindi perfette sia per accompagnare piatti salati, che arricchite da spalmabili dolci. Non preoccupatevi per gli ingredienti usati per colorare, nemmeno loro arrecano disturbi di sapore.


💕 Indossate il vostro grembiule più carino e seguitemi in cucina...


SCOPO MAGICO

Per dare forza ai pensieri positivi


INGREDIENTI 600 grammi di farina 0

320 grammi di acqua filtrata 50 grammi di purea di spinaci* 50 grammi di purea di barbabietola* 10 grammi di lievito di birra 1/2 cucchiaino di zucchero

COME FARE

Sciogliamo il lievito di birra nell'acqua tiepida con lo zucchero e lasciamo riposare qualche minuto. Aggiungiamo la farina e impastiamo. Dividiamo l’impasto in due parti, in una aggiungiamo la purea di spinaci e nell’altra la purea di barbabietola. Impastiamo ancora i due composti separati fino a completo assorbimento delle puree. Ma anche oltre, anzi, impastiamo per almeno 20 minuti ciascuno. Trasferiamo ora gli impasti in due ampie ciotole leggermente unte, copriamo con coperchi di vetro dotati di sfiato e lasciamo lievitare 2 ore. Stendiamo su un ripiano infarinato, diamo una forma rettangolare e pieghiamo ciascun impasto semplicemente portando i lati verso l’interno. Lasciamoli riposare 30 minuti coperti da un canovaccio infarinato, riprendiamo gli impasti e diamo la forma di pagnotte. Ecco, in questa fase possiamo divertirci a decorare. Lasciamo lievitare le pagnotte altri 30 minuti poi cuociamo in forno statico caldo, nel fondo del quale avremo adagiato una teglia piena di acqua filtrata, a 250° per 15 minuti. Abbassiamo a 200° e cuociamo 30 minuti. Rimuoviamo la teglia piena di acqua (che con ogni probabilità sarà comunque già evaporata) e terminiamo con gli ultimi 15 minuti a 180°.


*Le puree le ho preparate entrambe in grandi quantità e poi congelate in vasetti da 50 o 100 grammi. Per quella di spinaci ho bollito gli spinaci freschi, li ho scolati, lasciati raffreddare e li ho inseriti nel frullatore con il 30% di acqua filtrata. Ho poi passato la purea due volte con un colino a maglia fine. Per quella di barbabietola ho pelato, tagliato a dadini e lessato la barbabietola, Anche per lei, stesso procedimento degli spinaci.


Mangiate con amore!


Abbracci magici,

Sara Ottavia C.

Comments


SaraOttaviaCarolei-8_11-4.jpg
bottom of page