top of page
  • Sara Ottavia Carolei

Caramello salato



Ho scoperto il caramello salato quando vivevo a Parigi. Nello specifico acquistavo spesso quello di Ladurée, una vera delizia. Di ritorno dalla passeggiata del mattino presto con la mia cagnolina Smilla, mettevo su un po' di musica allegra, mi facevo una bella doccia, mi avvolgevo nell'accappatoio, preparavo un caffellatte e scaldavo alcune fette di pane sulle quali spalmavo poi generose dosi di caramello salato. Un rituale mattutino avvolgente prima di uscire di casa, prendere la metro e andare a lavorare alle Éditions Jalou. Il caramello salato pare essere stato inventato dal maestro cioccolatiere bretone Henry Le Roux nel 1960, ma ci ha messo un po' di anni per venire conosciuto dal grande pubblico. Io, invece, ci ho messo un po' di anni per decidermi a provare a prepararlo con le mie mani e ho dovuto fare diversi tentativi (direi almeno una decina) per trovare la mia ricetta ideale, quella che oggi condivido con voi. Ricordatevi che il caramello salato ha tantissimi utilizzi in pasticceria, sul Blog finora vi ho parlato del mio challah dolce al cioccolato e caramello salato, ma arriveranno anche altre idee. E - udite udite - persino qualche piatto salato.

💕 Indossate il vostro grembiule più carino e seguitemi in cucina...


SCOPO MAGICO

Rendere più morbida e dolce la nostra giornata


INGREDIENTI 190 grammi di panna liquida (crema di latte) 260 grammi di zucchero semolato 130 grammi di burro 20 grammi di sale fino integrale


COME FARE

Prima di tutto tagliamo il burro a tocchetti e mettiamolo nel congelatore. Versiamo lo zucchero all'interno di un tegame dal fondo spesso (se di rame, molto meglio), mettiamolo sul fornello a fiamma medio bassa con uno spandifiamma e facciamolo sciogliere senza cedere alla tentazione di mescolare. Piuttosto, se ci sembra che lo zucchero non si sciolga in modo uniforme (ma non dovrebbe accadere grazie allo spandifiamma) ruotiamo il tegame così che il calore raggiunga ogni punto. Appena lo zucchero diventa dorato (avverrà intorno ai 160°), togliamo il tegame dal fuoco e aggiungiamo la panna liquida a filo (che avremo precedentemente portato a 70°), mescolando con una frusta. Una volta incorporata la panna, passiamo ad aggiungere il burro freddissimo tagliato a tocchetti e lavoriamo fino a quando si sarà amalgamato. Solo in ultimo toccherà al sale che io preferisco piuttosto accentuato. Qui sotto vi ho anche illustrato, letteralmente, i miei segreti per un caramello salato perfetto (almeno secondo me, è ovvio).




Mangiate con amore!


Abbracci magici,

Sara Ottavia C.

Commentaires


SaraOttaviaCarolei-8_11-4.jpg
bottom of page