top of page
  • Immagine del redattoreSara Ottavia Carolei

Pasta del maneggio



Ricordate che ve ne ho parlato qualche giorno fa nel post "la mia valigia di cucina"? La pasta del maneggio è parte integrante del mio repertorio culinario e la chiamo così perché è ispirata a quella che preparava la cuoca del maneggio che frequentavo da bambina. La cuoca del maneggio sembrava uscita da un albo illustrato. Sempre indaffarata, sempre con il grembiule addosso, si portava dietro i profumi e i segreti di una cucina casalinga che sapeva di bei momenti e di calore semplice. Vi confesso che ad oggi, ancora, il sapore originale della pasta del maneggio non sono riuscita a ricrearlo, ma è questo il bello della cucina, che è piena di misteri! In ogni caso, la ricetta che vi racconto oggi la trovo davvero squisita, provatela e poi mi direte. Nel frattempo io continuerò a cercare quel famoso sapore mancante. 💕 Indossate il vostro grembiule più carino e seguitemi in cucina...


SCOPO MAGICO

Avvolgersi in un calore semplice


INGREDIENTI (Per 400 grammi di pasta)* 500 grammi di passata di pomodoro 100 grammi di ricotta di mucca 100 grammi di ricotta di pecora 1 scalogno 50 grammi di pecorino dei colli bolognesi 50 grammi di Parmigiano Reggiano Olio extravergine d'oliva q. b. 20 grammi di burro Sale fino q. b. Sale grosso q. b. Prezzemolo fresco q. b. 400 grammi di elicoidali di grano duro (in alternativa vanno bene anche le mezze maniche, i rigatoni, le penne rigate, i fusilli, i sedanini)


COME FARE

Affettiamo finemente lo scalogno e soffriggiamolo in padella con il burro. Aggiungiamo la passata di pomodoro, saliamo con il sale fino, teniamo il fuoco a livello medio basso e cuociamo coperto per 30 minuti. Nel frattempo lavoriamo le due ricotte insieme a 10 grammi di pecorino dei colli bolognese grattugiato e 10 grammi di Parmigiano Reggiano anche lui grattugiato fino a ottenere una crema omogenea. Mettiamo sul fuoco l'acqua per la pasta, portiamo a bollore, saliamo con il sale grosso e buttiamo i 400 grammi di pasta. Mentre la pasta cuoce, rubiamole mezzo mestolo di acqua di cottura per finire di lavorare la crema alle due ricotte. Scoliamo la pasta un minuto prima rispetto al tempo di cottura indicato sulla confezione, conserviamo un altro mezzo mestolo di acqua ricca di amido e saltiamo in padella con il sugo di pomodoro e la crema alle due ricotte. Diamo un giro d'olio extravergine d'oliva e serviamo una porzione abbondante in un piatto fondo. Finiamo con pecorino dei colli bolognesi e Parmigiano Reggiano grattugiati e qualche fogliolina di prezzemolo fresco.

*Che poi voi ne mangiate 400 grammi da sole o 400 grammi in quattro persone, non sono affari miei! 💕


Mangiate con amore!


Abbracci magici,

Sara Ottavia C.


SaraOttaviaCarolei-8_11-4.jpg
bottom of page